Maniglie moderne, un po’ di storia

Maniglie moderne

Una maniglia della porta non occupano esattamente molto spazio all’interno di una residenza, ma svolgono un ruolo fondamentale nella sicurezza di una casa. La maniglia della porta controlla l’ingresso in una casa. Può essere bloccato o sbloccato, lasciato aperto o chiuso ermeticamente.

 

Nel corso dei secoli, la progettazione e la realizzazione delle maniglie per porte d’ingresso si sono evolute. Sebbene una maniglia per porta moderna possa condividere alcuni elementi con una maniglia antica, ci sono differenze critiche tra i due. Anche le maniglie delle porte che risalgono a qualche decennio fa hanno un aspetto e funzionano in un modo notevolmente diverso dalla funzione e dall’aspetto delle maniglie delle porte create oggi.

 

Vediamo come è cambiata negli anni la maniglia della porta ed esaminiamo gli elementi e le caratteristiche che rendono le maniglie moderne per porta d’ingresso.

 

Una breve storia di porte d’ingresso e maniglie

Non è una storia di galline o uova con porte e maniglie. Se chiedi quale è arrivato prima, la risposta è chiara: le porte. Ma le porte che le persone usavano migliaia di anni fa non assomigliavano molto alle porte in uso oggi. Una persona moderna potrebbe vedere una porta antica e pensare che assomigli più a una tenda.

 

In tempi antichi, materiali come pelli e tessuti di animali venivano usati per creare una barriera davanti a un ingresso. Rispetto alle porte che usiamo oggi, quelle pelli di animali e i rivestimenti in tessuto non erano esattamente sicuri. Inoltre, non avevano maniglie o manopole, il che significa che chiunque poteva andare e venire.

 

Man mano che le case delle persone iniziavano a diventare più solide e permanenti, anche le porte assumevano una nuova forma. Il Tempio di Salomone aveva una porta in legno d’ulivo . Le tombe degli antichi egizi erano spesso caratterizzate da ” false porte ” in pietra calcarea che si credeva consentissero alle anime dei defunti di passare avanti e indietro tra l’aldilà e la terra dei vivi. La porta del Battistero di San Giovanni è in bronzo ricoperto d’oro.

 

Anche se i materiali più durevoli iniziarono a essere utilizzati per la costruzione di porte, la maggior parte delle porte storiche mancava di una caratteristica chiave: una maniglia o un pomello. Se una delle prime porte aveva un chiavistello, di solito aveva la forma di una serratura e la porta avrebbe un buco della serratura. Per aprire la porta e chiuderla in modo sicuro, una persona doveva mettere una chiave nel buco della serratura e girarla.

 

In genere, solo le persone più ricche potevano permettersi di avere sia una porta che una serratura in casa. Molte persone hanno semplicemente fatto a meno, permettendo alle loro porte di chiudersi ma non di chiudersi in modo sicuro. Se erano preoccupati per la sicurezza, potevano posizionare una barricata davanti alla porta per bloccare l’ingresso. Alcuni hanno modellato un lucchetto improvvisato chiamato latchstring. Un latch di solito consisteva in un pezzo di legno che una persona poteva sollevare per aprire la porta e abbassarla per fissarla.

 

Il design moderno è in realtà un concetto più vecchio.

 

Quando sono nate allora le manopole e le maniglie? Fu solo con la rivoluzione industriale, iniziata a metà del 18° secolo , che le maniglie e i pomoli delle porte si diffusero. I progressi tecnologici sviluppati durante la rivoluzione industriale hanno permesso di sviluppare, costruire e produrre in serie maniglie per porte.